Acacia Resort hotel cefalù

From the blog

I Quartieri di Palermo – Giorno 1

Palermo nasconde nei meandri del centro, delle viuzze oscure, delle piazze nascoste , degli spazi che si aprono sul mare, di rara bellezza.

Questa forse è la Palermo più vera e autentica, la Palermo della Kalsa, per esempio, uno dei quartieri dove ancora si può mangiare per strada la “stigghiola” (spiedini di intestino di pecora) che si alterna alla Palermo del Gattopardo, fatta di palazzi sontuosi e castelli misteriosi, entrambe però ancora impregnate di superstizione popolare e credenze mitologiche, in una sorta di religione pagana estremamente suggestiva.

Se non sapete cos’è il “genio di Palermo“, allora dovete proprio scoprirlo.

Fermatevi davanti alla Fontana del Genio, all’interno dei giardini di Villa Giulia, e osservate attentamente la statua; vedrete che raffigura un re con la facca del vecchio e il corpo da giovane, oltre a tenere in grembo un enorme serpente che sembra volerlo divorare.

Come sempre in questa città, i passaggi dal profano al sacro sono continui e in assoluta connessione, e quindi dalla figura mitologica della fontana passate alla Chiesa della Gancia, che si affaccia sull’omonimo vicolo ed è famosa non solo per il suo meraviglioso soffitto ligneo ma anche, e forse sopratutto, per la “buca della salvezza”, per molto tempo meta di pellegrinaggio per ottenere una grazia.

Sulla stessa via della chiesa trovate Palazzo Sambuca, sontuoso edificio di tempi ormai lontani, che oggi non ospita più balli ma una fondazione culturale.

Di sfarzo in sfarzo, se avete ammirato il palazzo precedente, rimarrete senza fiato di fronte a Palazzo Butera, che non solo è il palazzo storico più prestigioso di Palermo, ma offre anche una meravigliosa vista sul golfo.

Transitate quindi per Piazza Santo Spirito, ammirate la fontana e Porta Felice e da quì, attraverso la scalinata, salite alla terrazza che si chiama “Passeggiata delle cattive”, cioè delle “vedove” che, prigioniere del loro dolore (dal latino “captivae”), si tenevano in disparte rispetto al centro.

Chiudete la giornata a Palazzo Chiaramonte Steri, un’altra grande dimora nobiliare risalente addirittura al XIV secolo; come i veri castelli, troverete passaggi segreti e stanze sotteranee!

Da non perdere

  1. Fontana del Genio – Via Garibaldi
  2. Chiesa della Gancia – Via Alloro 27
  3. Palazzo Sambuca – Via Alloro 26
  4. Palazzo Butera – Via Butera 18
  5. Piazza Santo Spirito  – Piazza Santo Spirito
  6. Palazzo Chiaramonte Steri – Piazza Marina 61

Salva

Salva

Salva

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close